CCIR

I TWEET

A marzo le esportazioni della Bulgaria verso gli stati membri aumentano del 7,4% e circa la metà di questo aumento è dovuta alle vendite di grano e granoturco. Un ulteriore contributo positivo si deve alle  esportazioni di veicoli e loro parti, di macchinari e di apparecchi. Continua la tendenza negativa per le vendite nei paesi extra UE che

registrano un calo su base annua e ad aprile sono del 9,7%. Il drastico calo dall'inizio dell'anno deriva in gran parte dalla riduzione delle esportazioni di combustibili in Turchia e in Egitto. Dall'inizio dell'anno, le esportazioni verso i paesi extra UE sono diminuite del 15,6% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il calo annuale delle vendite ha raggiunto il 9,7%, ed è dovuto alla riduzione delle vendite di combustibili, di rame e prodotti di rame e di armi, mentre aumentano le vendite di macchinari ed apparecchi elettrici e le loro parti. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di statistica ad aprile le importazioni accelerano la crescita al 6,2% rispetto allo stesso periodo del 2017 e la tendenza positiva riguarda prevalentemente le importazioni dai paesi UE.  (ICE SOFIA)

 

 

 

EN IT